giovedì 6 giugno 2013

Riflessioni rassicuranti


Leggevo della tragedia di quel padre che è andato al lavoro dimenticandosi il  figlio piccolo nell'auto al sole.  
Hai voglia a autoconsolarti dicendoti che se la notizia è sui giornali è perché succede di rado. Che te li voglio i giornali a pubblicare l'elenco di quelli che portano i figli all'asilo senza errori. Che chiunque può avere un figlio, anche chi beve e si droga.
Ma il retro-pensiero resta lí a lavorare come una zanzara molesta: può capitare, si che puó capitare. 
Siamo automi, facciamo tutti i giorni le stesse cose, puó succedere di attribuire un ricordo giusto al giorno sbagliato e convincersi di aver fatto qualcosa che non si è fatto.

Ci ho ragionato un po' e sono arrivato alla conclusione che Ludo non corre rischi. E No. Non perché è la madre che lo porta al nido.
Mettiamo che una mattina uscendo di casa col passeggino svoltassi invece che a sinistra verso l'asilo a destra verso l'ufficio. (1) i 20 minuti per arrivarci sono il limite temporale massimo prima che il bamboccio inizi a sc…ehm...a lamentarsi. Poi c'è (2) la sicurezza all'entrata. Vedendo uno che prova ad entrare con un passeggino in linea massima qualche domanda dovrebbero porsela. Ho spiegato più volte che non tutti i belgi sono tonti e non tutte le guardie sono belghe. E comunque(3) restano da fare le rampe di scale per arrivare al piano. Dovrei a quel punto rendermi conto che per una qualche strana ragione quel giorno è un tot più complicato del solito. Quanto ai (4) colleghi valgono le medesime considerazioni fatte al punto 2. E poi siamo sempre in (5) Belgio. È mai morto nessuno di caldo qui? 
E (6) non ho la macchina. Il non avercela è considerata dagli esperti una delle migliori precauzioni per evitare di dimenticarcisi il figlio dentro. Sapevo che resistere ad anni di 'non ci posso credere' sarebbe tornato utile un giorno.

3 commenti:

  1. mamma mia, anche io mi sono detta: 1) menomale che qui fa sempre freschino, 2) che lo porto a piedi... è più difficile in questo modo... ah la paura degli automatismi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alle madri poi non succede. Succede ai padri.

      Elimina
  2. e' quello che mi ha detto Strazioman: "per fortuna che la porti tu all'asilo".

    (tre vite distrutte)


    valescrive

    RispondiElimina