giovedì 25 febbraio 2010

Brussels e la sua offerta culturale


A Brussels l'offerta di eventi culturali è sorprendentemente alta. Spettacoli teatrali, conferenze, concerti, festival, mostre, esibizioni, fiere hanno luogo settimanalmente in gran quantità. La disponibilità supera di gran lunga la capacità individuale di poterne usufruire.

Qualche tempo fa un'inchiesta di Le soir, tracciava un quadro molto positivo del livello di vita culturale della città. Il 95% degli intervistati si era dichiarato soddisfatto di quanto disponibile. 7 su 10 hanno assistito nel 2009 a spettacoli dal vivo. Teatro e cinema, grazie ai multi sala, sono in buona salute.

Normalmente è il francese la lingua prevalente. Ma non sempre. I film a cinema ad esempio sono in lingua originale sottotolati. Non è difficile trovare film italiani. Certo si tratta di film di qualità. Questa settimana danno ad esempio Vincere di Bellocchio al Cinéma Arenberg. Poche speranze invece di trovarci Vacanze a Beverly Hills.
Lo stesso si può dire di concerti e spettacoli teatrali. L'anno scorso ci fu il concerto di Silvestri. A novembre invece al festival delle libertà è arrivato Celestini. La sala era al completo. Parte dello spettacolo era in francese ed il pubblico non fu esclusivamente italiano.

Sempre più popolari stanno diventando i festival tematici per la loro offerta più variegata. Di norma si svolgono in centri polifunzionali quali le theatre national o le palais des beaux-arts. Quest'ultimo si trova poco lontano dalla gare centrale. Dispone di sala concerto da 2200 posti, teatro, cinema, spazio espositivo e sala multi funzionale. Merita una visita. Sul sito è possibile informarsi sugli innumerevoli eventi che vi si svolgono.

Spesso gli avvenimenti sono poco conosciuti o mal pubblicizzati. Orientarsi in questo mare caotico non è facile. Conviene partire dalle pubblicazioni distribuite gratuitamente nel metro, agenda e la tribune de Bruxelles , di cui è possibile trovare la versione internet. Le università organizzano continuamente eventi e conferenze aperti al pubblico. Anche il sito del comune è in genere ricco di informazioni. Informazioni aggiuntive si ottengono consultando le bacheche di biblioteche, università, scuole di lingua etc ma anche siti internet specializzati come Swing. Da non sottovalutare è il passaparola.

Per concludere vorrei segnalare un'iniziativa meritevole di menzione, arsene50. La novità è che ti permette di acquistare, sia on-line che in alcuni punti vendita, biglietti per spettacoli a metà prezzo con l'aggiunta di un euro di commissione. L'acquisto avviene all'ultimo momento, il pomeriggio per la sera, con l'eccezione del sabato dove si compra anche per la domenica ed il lunedì. Alle 14 si aprono le vendite online che terminano alle 17.30. Chi ha flessibilità e gusto della scoperta può trovare cose interessanti a prezzi decisamente bassi. Basta farsi un giro sul sito per rendersene conto.

Insomma, chi ne ha abbastanza della solita birra del giovedì sera a place du Luxembourg e vuole provare ad uscire dal tunnel del divertimento qui a Brussels non ha scuse.

4 commenti:

  1. confermo tutto, e' impressionante quante cose da fare e come ci si disorienta in tutto cio'. Io son gia' stato diverse volte al Bozar, anche il cinema di place Flagey offre diverse opzioni con numerosi eventi tematici, se poi si e' amanti del jazz ci sono numerosi bar/pub dedicati al genere con concerti ogni settimana. Per non parlare poi dei mesi estivi in cui per tre mesi ci sono maratone di jazz, festa della musica, concerti e aperol urbains a non finire, insomma e' una citta' da vivere che offre l'opportunita' di conoscere le mille culture di cui si compone anche attraverso questa marea di eventi!

    RispondiElimina
  2. In effetti, avevo dimenticato di menzionare gli eventi a carattere musicale.
    Grazie del commento. Credo che lo integrerò nel post

    RispondiElimina
  3. Tutto vero. Un consiglio: http://mqm.netevents.be/Events.cfm

    RispondiElimina
  4. merci. Integro il link nel post

    RispondiElimina