domenica 4 luglio 2010

Vedi Napoli e poi muori...stecchito




L'aereo che atterra a Capodichino è composto quasi interamente da belgi.
Che la buona stella ci aiuti, penso. Spero di non ritrovarmeli in diretta su radio Vivacitè tra un mese.
Ala ci tiene a vedere la città. A via dei tribunali aleggia il quarto di finale tra Brasile e Olanda, è nell'aria come in una radiocronaca spontanea.
'Cir, ha signat l'Olanda' 'Quann manca...? cinc minut...'..e dopo un po'... ' o Brazil è asciut. E' stat chir ra juve....' 'Chiru cretin...'
Passiamo tra due signore che colloquiano dai due lati del vicolo. Sai che il macellaio è ancora agli arresti domiciliari? dice una. Ma non mi dire...ma pure il salumiere... e pure il calzolaio! rincara l'altra.
-Di che parlano? chiede Ala.
-Ma no niente, delle semifinali di Wimblendon.
Napoli in pillole in tre ore. La sfogliatella di Scaturchio, la granita in galleria, la pizza di Di Matteo e il brasiliano a piazza Garibaldi.
-Ho deciso, resto qui! fa lei.
Si. La lascio lì una settimana e poi ne riparliamo.
Sulla via del ritorno il numero dei motorini cresce in modo inversamente proporzionale al diminuire delle ore rimanenti della giornata. Spuntano da ogni angolo. Imperversano ovunque come zanzaroni impazziti.
-Ma c'è stato qualcosa di particolare o è sempre così qui?
-Ma no, saranno olandesi che festeggiano la vittoria sul Brasile...
-Olandesi? A porta Capuana? A quattro sul motorino?
-E che non lo sai? Ma è na cosa di pazzi sto fatto degli olandesi....

Il treno del ritorno è uno scintillante regionale nuovo di zecca che arriva a Salerno senza fermate intermedie. Non so se fare i salti di gioia o prendere a testate lo schermo della temperatura e dell'umidità. Dopo che mi hanno fatto fare il fegato come un cocomero per due anni il dilemma è più che comprensibile.
Parte il treno. Maronnaa non ferma a Nocera!, attacca una signora, Maronnaa so proprio sforunataa!!
Nel frattempo attiriamo l'attenzione di un signore che scruta protetto da una copia del mattino. 'Chill so stranieri'.
A cento metri dalla stazione suona il cellulare. I 12 secondi di ritardo del treno mandano i miei nel panico. Lo cerco dovunque, nella borsa, nelle tasche, nello zainetto. Inizio a premere tasti all'impazzata. Parte a tutto volume un mp3 dell'audiocorso De Vecchi. 'leçon numero 7 le train, le TGV, l'avion, la voiture '
Ascoltano tutti, nessuno escluso.
Bonjour monsieur peux-je vous etre utile? Je voudrais partir pour Milan mardi prochain. En train? Non, en avion....
Ve lo giuro sono italiano. Credo.

11 commenti:

  1. ahahah. Bel finale.
    Napoli e' cosi' dai. Mii chiedo. La situazione monnezza? Come ti e' parsa? Mi dice topgun che la sitiazione e' di nuovo drammatica.

    Il treno che hai preso e' il minuetto?
    Se si sappi che di mattina e' talmente pieno che rischia di cappottarsi"

    RispondiElimina
  2. Misurato e surreale. Clap clap!

    RispondiElimina
  3. Chill so stranier! Comme cazz cenn arrivat ca???
    Hanno aperto le frontiere tempo fa, la guerra é finita (WW2) e ci sono gli aerei....
    Bel post Vinz.

    RispondiElimina
  4. @Bacco,
    Mi è sembrata sporchissima come sempre.
    Avrei detto drammatica normalità. Ma non ho avuto modo di girare molto. Tanto lo sappiamo che non hanno risolto nulla.

    @Belguglielmo,
    Grazie, si fa quel che si può :)

    @Mezzos@ngue,
    Un provincialismo da paura. Il bello è che non gli passa neanche per l'anticamera del cervello che uno straniero potrebbe anche parlare italiano.

    RispondiElimina
  5. ehehe bel finale:)
    per curiosità vinz, che itinerario avete fatto? A fine agosto vado anche io di turismo per la mia ragazza, ho già in mente un percorso, ma sai, magari ci esce qualche consiglio o qualcosa a cui non avevo pensato. Ad esempio, nessuno mi cita mai il parco delle rimembranze, eppure a me piace un sacco, sara' per ricordi associati, non so; anche se ammetto sia un po' fuori dai percorsi principali e magari si perde troppo tempo.

    RispondiElimina
  6. Abbiamo fatto Porta Capuana, via dei tribunali, Duomo, Piazza de Gesù, Piazza Municipio, Piazza Plebiscito, Piazza Dante, Via dei tribunali, Garibaldi.

    Il parco delle rimembranze avendo 3-4 ore prima del treno era oggettivamente fuori mano. E comunque abbiamo lasciato un sacco di cose fuori.

    RispondiElimina
  7. Vinz, probabilmente credono che l'Italiano sia una lingua che puó essere padroneggiata solo da una persona nata in Italia.
    Effetivamente, entrando nella loro logica, la domanda che sorge spontanea é questa: "Che tengono i libri di italiano all'estero?, COMM E' PUSSIBILE???"

    Andima, La Reggia di Caserta ti piace? Altri possibili luoghi da visitare: Paestum, Le grotte di Castelcivita.

    RispondiElimina
  8. Vinz mi deludi profondamente!

    Di Matteo va bene per la pizza a portafoglio oppure per comprare due fritture belle oleose da mangiare camminando.

    la pizza va mangiata più giù dal Presidente!

    la sporcizia regna, anche in via scarlatti...
    in alcuni punti strategici la tolgono, ma il problema c'è.


    riguardo a tutti i luoghi comuni che traspaiono da questo post, lo dico ad uso e consumo di qualcuno che lo leggerà e non crederà ai suoi occhi, bhè è tutto vero!

    i discorsi fra dirimpettaie, la passione con cui si stanno seguendo le partite (per Italia\Slovacchia a San Gregorio Armeno hanno tirato fuori un televisore lcd da un negozio).

    Bene la sfogliata di scaturchio.
    nella stagione adatta consiglio il biscotto amarena di pintauro a via Roma.

    p.s. hai visto che bella piazza garibaldi???? bellisssssima!
    la feltrinelli nella stazione in mezzo a tutto quel pisciaturo di cantiere (scusate le licenze patetiche) da un tocco di finezza a questa nostra città.

    lasciala Ala quì per una settimana, vedrai come apprezzerà Bruxelles :)

    RispondiElimina
  9. traspaiono....ma cosa avrò voluto dire? LOL

    RispondiElimina
  10. @vinz
    grazie del possibile itinerario, rispecchia più o meno quello che avevo in mente, e' vero, tutto non si può vedere, anche io devo rinunciare a un sacco di cose, per esempio sarebbe bello anche la mezza scalata del Vesuvio, ma il tempo e' un bel limite

    @Mezzosangue
    Grazie per le indicazioni, si', in effetti il mio programma passava anche per Paestum ma a Caserta non ho tempo di arrivarci, pensavo più qualcosa tipo: Napoli, Pompei (scavi), costiera (Amalfi, Sorrento, Positano, forse non tutte), Capri (forse, da Agropoli c'e' il traghetto diretto che mi viene comodissimo), poi Paestum (templi+vedere come si fa la mozzarella dal vivo, dove ho lavorato per 5 anni ogni estate), Agropoli (la perla del Cilento ehehe, ma sono di parte, lo ammetto), Acciaroli (a mare), scendo per 9 giorni ma metterci tutto e' impossibile, calcolando che dovrei andare anche in Calabria a fare rafting sul fiume Lao e a Palinuro a fare scubadiving, probabilmente impazzirò :)

    RispondiElimina
  11. Andima...


    niente più nel programma? non sia mai ti trovassi 30 secondi di calma :D

    RispondiElimina